الرئيسية / المزيد / ترجمات / Un rapporto dell’organizzazione egiziana per i diritti umani “Libertà di pensiero ed espressione”: violazioni contro docenti e ricercatori nelle università egiziane

Un rapporto dell’organizzazione egiziana per i diritti umani “Libertà di pensiero ed espressione”: violazioni contro docenti e ricercatori nelle università egiziane

Un rapporto sui diritti umani ha rivelato le crescenti violazioni contro docenti e ricercatori nelle università egiziane, portando all’indagine e alla cancellazione dei loro messaggi scientifici.

La Freedom of Thought and Expression Foundation ha dichiarato che negli ultimi anni si sono verificate numerose violazioni nelle università egiziane, comprese “restrizioni arbitrarie al diritto alla libertà di ricerca e insegnamento per i membri della comunità accademica”.

In un rapporto intitolato “Multiple Patterns of Violations”, ha aggiunto che le autorità egiziane hanno utilizzato, attraverso le loro agenzie interessate, metodi di minaccia e intimidazione nei confronti di docenti e ricercatori.

Il rapporto rileva che l’Università Al-Azhar ha annullato la discussione di una tesi di dottorato, nell’ottobre 2015 d.C., di un ricercatore del College of Islamic Studies – (ramo di Zagazig) per occuparsi del condizionamento giurisprudenziale delle rivoluzioni, e l’università ha deferito i supervisori della tesi all’indagine.

Durante il 2014 dC, l’Università Al-Azhar ha smesso di concedere un dottorato a un ricercatore del College of Islamic Call, descrivendolo il 30 giugno 2013 come un “colpo di stato militare”, e l’università ha indirizzato i membri del comitato per discutere la tesi di dottorato per un’indagine.

Alla fine del 2015, l’Università del “Canale di Suez” ha cancellato due messaggi scientifici nel campo della “scienza politica”. Il primo trattava di “democrazia tra pensiero e pratica dei Fratelli Musulmani e dei salafiti: uno studio analitico dei partiti Libertà, Giustizia e Luce”, mentre il secondo trattava “dei Fratelli Musulmani e delle elezioni dell’Assemblea Popolare Egiziana”. 2005 d.C.

Secondo il rapporto, gli interventi del Ministero dell’Istruzione Superiore sulla libertà di ricerca e di insegnamento variavano tra le direttive riguardanti il ​​contenuto del contenuto della conoscenza che professori e ricercatori trattano nel loro lavoro, sia a livello di insegnamento nelle aule, sia di scrittura di lettere e di ricerca scientifica.

La Freedom of Thought and Expression Foundation ha invitato le autorità egiziane a porre immediatamente fine a tutte le interferenze con il contenuto dei messaggi scientifici e a smettere di indirizzare i professori ai comitati di indagine e di responsabilità amministrativa.

Dal colpo di stato del 3 luglio 2013, le autorità egiziane impongono restrizioni a università, sindacati, partiti, organizzazioni della società civile e opere di beneficenza. Il paese vive sotto un regime di emergenza, che è stato rinnovato 13 volte durante l’era del presidente Abdel Fattah El-Sisi, da quando è stato imposto nella sua nuova forma nell’aprile 2017.

عن admin

انظر ايضاً

محكمة القضاء الإداري توقف دعوى منع الكاتب الصحفي الكويتي ” مبارك البغيلي ” من دخول مصر ..

قضت محكمة مصرية بوقف جزائي لمدة شهر، لدعوى مستعجلة تطالب بمنع الكاتب الصحفي الكويتي ” …

اترك تعليقاً

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني. الحقول الإلزامية مشار إليها بـ *