الرئيسية / منوعات / الصحة / L’epidemia di “influenza suina”: un’altra epidemia e altre sofferenze nello Yemen

L’epidemia di “influenza suina”: un’altra epidemia e altre sofferenze nello Yemen

Lo Yemen soffre di condizioni di salute estremamente deteriorate e la situazione sanitaria in esso non può essere descritta come meno che catastrofica, a seguito della guerra in corso da quasi sei anni tra le forze governative sostenute dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti e i militanti Houthi sostenuti dall’Iran, che controllano un certo numero di province, inclusa la capitale, “Sanaa”. Da settembre 2014 il disastro sanitario in Yemen non si limita al Coronavirus “Covid-19”, in quanto sono epidemie, virus e malattie che si sono diffuse dal 2016. Negli ultimi anni, lo Yemen si è classificato ultimo nell’indice arabo e mondiale della salute.

Ci sono molte epidemie, virus e malattie con cui gli yemeniti hanno lottato dall’inizio della guerra nel 2014, specialmente nelle aree con alti tassi di povertà e senza centri sanitari disponibili. Centinaia sono stati feriti alla luce del crollo della situazione sanitaria a causa della guerra dei sei anni e della situazione sanitaria in Lo Yemen non può essere descritto come meno che catastrofico.

Oltre alla difficile situazione di vita in Yemen che gli yemeniti devono sopportare, nell’ultimo anno 2019 AD si sono trovati ad affrontare un’altra epidemia a subire altre, più gravi sofferenze con epidemie mortali, la prima delle quali è l’epidemia di “Influenza suina – H1 N1”, in concomitanza con il crollo del settore sanitario nel paese e il deterioramento I servizi medici e il gruppo “Houthi” impongono misure descritte come “arbitrarie” contro le organizzazioni internazionali, e la situazione sanitaria nello Yemen non può essere descritta come qualcosa di meno che catastrofica.

L’epidemia di “influenza suina – H1 N1” è scoppiata per la prima volta in Yemen nel “2009-2010” e il Ministero della Salute yemenita ha registrato 643 casi, di cui 33 morti, e focolai di nuovo nel 2019.

Lo scorso anno, 2019 dC, in tre mesi, più di 100 persone sono morte nella capitale “Sanaa”.

Nonostante lo scoppio dell’epidemia di “influenza suina – H1 N1” nella capitale, “Sanaa” lo scorso anno 2019 AD, le autorità del gruppo “Houthi” non hanno annunciato che “Sanaa è una città colpita dall’epidemia di influenza suina”, e non hanno annunciato lo stato di emergenza nella capitale, e c’è un blackout mediatico su Lo scoppio dell’epidemia.

L’epidemia di influenza suina è una malattia respiratoria causata da virus influenzali della famiglia orthomyxoviridae.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’epidemia di “influenza suina – H1N1″ si diffonde facilmente tra gli esseri umani in modo simile all ‘”influenza stagionale” e può trasmettersi da una persona all’altra a causa dell’esposizione alle goccioline della persona infetta attraverso la tosse, gli starnuti, il contatto con le mani o le superfici contaminate. .

Per prevenire la diffusione dell’infezione, l’organizzazione consiglia ai pazienti di coprirsi la bocca e il naso quando tossiscono o starnutiscono, di rimanere a casa quando non si sentono bene, di lavarsi le mani regolarmente e di mantenere una distanza tra loro e quelli sani.

I segni di “influenza” di tipo “H1 N1” sono simili ai segni di “influenza stagionale”, inclusi “febbre, tosse e mal di testa” e “dolori muscolari e articolari, mal di gola e naso che cola”, così come “vomito e diarrea a volte”.

L’epidemia di “influenza suina” è scoppiata lo scorso anno, 2019, pochi giorni dopo lo scoppio della “difterite”, che ha ucciso circa 160 yemeniti, di cui 55 bambini.

I timori in Yemen per l’epidemia di “influenza suina” non sono più limitati alla sola capitale, Sana’a, e ad alcuni governatorati limitrofi: con l’entrata della stagione invernale nell’ultimo anno 2019, l’epidemia si è estesa ai nuovi governatorati.

Il panico dei cittadini è aumentato con la diffusione della malattia nella stagione invernale durante l’ultimo anno 2019 d.C., durante il quale molte persone sono state esposte al raffreddore e all’influenza regolare, che spesso hanno trattato con antibiotici e mangiando cibi e bevande che aiutano ad alleviare i loro sintomi.

Negli ultimi tre anni, nella capitale “Sanaa” sono stati registrati 200 decessi per epidemia di “influenza suina”.

Inoltre, durante lo scorso anno 2019 d.C., casi di infezione e morte con l’epidemia di “influenza suina” sono stati registrati in diversi governatorati yemeniti, tra cui “Sana’a, Taiz, Ibb e Al Dhale’e”, e l ‘”Organizzazione mondiale della sanità” ha affermato che sono stati registrati 6.945 casi di influenza stagionale in Yemen.

All’inizio dell’anno 2020 d.C., la capitale, Sana’a, ha assistito
E alcuni governatorati del nord, soprattutto quelli montuosi, l’ondata dell’epidemia di “influenza suina”, che in due mesi ha causato 700 feriti e 150 morti.

Vale la pena notare che non esiste un vaccino che contenga l’epidemia di “influenza suina – H 1 N 1” che colpisce l’uomo e non è noto se i vaccini attualmente disponibili per combattere l’influenza stagionale siano in grado di fornire protezione contro questa malattia, e c’è un vaccino che è destinato a ridurre i suini stessi. Della continuazione dell’infezione tra di loro.

Tra i sintomi di questa epidemia ci sono: “affaticamento, febbre alta, mal di testa, tosse, diarrea e vomito in alcuni casi” e le persone con un’immunità debole sono altamente vulnerabili alle infezioni.

عن admin

انظر ايضاً

وزيرالخارجية الإماراتي ” عبد الله بن زايد ” : أرهقتنا المواجهات ونسعى للسلام والتعايش الكامل مع إسرائيل ..

أكد وزير الخارجية الإماراتي، عبد الله بن زايد، أن “توقيع اتفاق سلام مع إسرائيل، خطوة …

اترك تعليقاً

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني. الحقول الإلزامية مشار إليها بـ *